Giappone

Notizie

Il 3 novembre, giorno festivo in Giappone, don Agostino Toshio Ikeda ha festeggiato il 60° anniversario di Ordinazione sacerdotale. Hanno partecipato al lieto evento i fratelli e le sorelle della Famiglia paolina, oltre a numerosi amici. Don Ikeda ha presieduto la Messa giubilare scegliendo come lettura evangelica la parabola dei talenti. Egli ha sottolineato nell’omelia l’importanza di utilizzare i talenti ricevuti per portare buoni frutti a favore degli altri. Lui, per esempio, ha ricevuto il talento tutto paolino di scrivere e nella sua vita ha scritto e tradotto più di sessanta libri sia per le nostre edizioni che per altre case editrici. Nella Messa è stato presentato, insieme all’offerta del pane e del vino, il suo libro agiografico appena pubblicato con il titolo di “Kyôkai no Seijintachi” (I santi della Chiesa), interamente aggiornato e rivisto. Un augurio a Don Ikeda, perché continui la sua opera apostolica nonostante la sua bella età di 89 anni.
 
 

Il 30 giugno scorso, dopo aver festeggiato la professione perpetua di Fr. Ignazio di Loyola Tomomichi Ishimizu, ci siamo ritrovati di nuovo per festeggiare la solennità di san Paolo Apostolo nella visita eucaristica, godendo questa volta della presenza di un ospite d’onore: il Nunzio apostolico in Giappone, l’Arcivescovo Joseph Chennoth. La sua partecipazione alla nostra festa è diventata ormai una consuetudine, anche grazie alle Pie Discepole, che offrono il loro prezioso servizio nella Nunziatura a Tokyo. Abbiamo avuto, inoltre, un altro gradito ospite: il Superiore provinciale dei Salesiani, anche visto che la loro sede provinciale si trova vicino alla nostra. Dopo la visita eucaristica abbiamo condiviso tutti insieme con gioia la cena.

I 14 Paolini della Provincia Giappone si sono radunati per il corso di esercizi spirituali dal 28 maggio al 3 giugno a Karuizawa, a circa 100 km da Tokyo. Dall’anno scorso, seguendo l’orientamento del 13° Capitolo provinciale, i nostri esercizi spirituali vengono organizzati su temi di spiritualità paolina. Quest’anno il predicatore, don Giovanni Sawada ssp, ha approfondito la figura di Gesù Maestro nel Vangelo di Matteo, sottolineando come don Alberione l’ha appreso in profondità. Dopo gli esercizi, i partecipanti rimarranno nella casa che li ha ospitati per altri due giorni per un incontro di studio e di condivisione sul nostro apostolato paolino. Il corso di esercizi si ripeterà in autunno per gli altri Paolini.

Il 30 giugno scorso il nostro Discepolo fratel Ignazio di Loyola Tomomichi Ishimizu ha emesso la professione perpetua nel corso della celebrazione eucaristica in occasione della Solennità di san Paolo Apostolo, presieduta da don Agostino Shinichi Suzuki, Superiore provinciale. La celebrazione ha avuto luogo nella comunità di Wakaba, a Tokyo. Hanno partecipato la madre di fratel Ishmizu, una sorella, numerosi membri della Famiglia Paolina e alcuni fedeli della sua parrocchia di origine. Don Suzuki, coinvolgendo tutti i partecipanti, ha sottolineato nell’omelia la vita cristocentrica di san Paolo e ha invocato la benedizione del Signore su fratel Ishimizu, perché possa seguirlo nella sua vita. È stata una grande gioia per la nostra Provincia, a distanza di 10 anni dall’ultima professione perpetua.

Il 19 marzo 2017, a Tokyo, hanno emesso la prima professione religiosa due novizi vietnamiti, che sono, quindi, i primi due membri professi dal Vietnam della nostra Congregazione.

Si tratta di Thanh Van Ba e Vu Nguyen Ngo Tran. È un grande dono di Dio poter godere oggi di questo meraviglioso frutto, a solo pochi anni dall’inizio della nostra presenza in Vietnam.

La celebrazione è stata presieduta dal Superiore provinciale del Giappone, don Agostino Suzuki, alla presenza dei Consiglieri generali, don José Salud Paredes e fratel Darlei Zanon, di alcuni benefattori vietnamiti che hanno aiutato e sostenuto in modo importante la nostra attività in quella nazione, di tanti vietnamiti e membri della Famiglia Paolina.

Auguriamo ora ai due neo professi una buona missione e auspichiamo che il Vietnam sia sempre più una terra fertile per la missione paolina.

 

Altri articoli...