11
Qua., Dez.

Roma, 25 gennaio 2017
Festa della Conversione di San Paolo

Alle superiore e ai superiori di circoscrizione della Famiglia Paolina e p.c. A tutte le sorelle e fratelli Oggetto: “Mese della Parola” per tutta la Famiglia Paolina Carissime sorelle e carissimi fratelli, in questo giorno particolare nel quale ricordiamo il capolavoro di grazia che la Parola ha realizzato nell’apostolo Paolo, desideriamo accogliere le parole di Papa Francesco che certamente hanno già avuto profonda risonanza nei nostri cuori. Un paragrafo della lettera apostolica Misericordia et misera ci riporta, infatti, alle sorgenti della vocazione paolina ed è per noi un forte stimolo a ricollocare, con maggior entusiasmo, la Parola al centro della nostra vita e della missione.


«Attraverso la Sacra Scrittura – ci ricorda il Papa – il Signore continua a parlare alla sua Sposa e le indica i sentieri da percorrere perché il Vangelo della salvezza giunga a tutti». Per questo, il Santo Padre desidera che «la Parola di Dio sia sempre più celebrata, conosciuta e diffusa…», offrendo a tale scopo precisi orientamenti:

«Sarebbe opportuno che ogni comunità, in una domenica dell’Anno liturgico, potesse rinnovare l’impegno per la diffusione, la conoscenza e l’approfondimento della Sacra Scrittura: una domenica dedicata interamente alla Parola di Dio, per comprendere l’inesauribile ricchezza che proviene da quel dialogo costante di Dio con il suo popolo. Non mancherà la creatività per arricchire questo momento con iniziative che stimolino i credenti ad essere strumenti vivi di trasmissione della Parola. Certamente, tra queste iniziative vi è la diffusione più ampia della lectio divina, affinché, attraverso la lettura orante del testo sacro, la vita spirituale trovi sostegno e crescita» (MM 7).

Una risposta di “Famiglia”
Il Vangelo è la preziosa eredita affidata da don Alberione a tutti noi. Ricorda il Fondatore: «Vi fu un tempo in cui egli ebbe, nelle adorazioni, una luce più chiara su una grande ricchezza che il Signore voleva concedere alla Famiglia Paolina: la diffusione del Vangelo» (AD 136). Questa luce ispirerà le modalità tipiche dell’apostolato paolino: il Vangelo in ogni famiglia (cfr. AD 140); il Vangelo modello e ispiratore di ogni edizione (cfr. AD 141); il Vangelo venerato con un culto particolare (cfr. AD 142)... E con forza sottolineerà che l’apostolo della stampa si forma frequentando assiduamente la mensa dell’Eucaristia e della Parola (cfr. FSP41, p. 137).


Fedeli, dunque, agli orientamenti del Fondatore e in risposta all’appello di papa Francesco, come già comunicato nel Messaggio finale del XXXIV Incontro dei Governi Generali, desideriamo che il mese di settembre sia, per tutta la Famiglia Paolina, il Mese della Parola. A questo riguardo si potranno vivere e organizzare – a livello di Famiglia, là dove è possibile – tempi di approfondimento e iniziative di annuncio, Giornate del Vangelo, Settimane bibliche…


E desideriamo che l’ultima domenica del mese di settembre sia Domenica della Parola, specialmente là dove le chiese locali non organizzano qualcosa al riguardo. Siamo certi che la Bibbia, il «libro di fuoco» (Papa Francesco) che nutre la nostra vita apostolica, ci spingerà a una grande creatività e a una feconda collaborazione, realizzando così l’ispirazione del Fondatore che ci desiderava – religiosi e laici – un unico corpo, proteso verso l’evangelizzazione di quella “grande parrocchia” che è il mondo.


Saluti carissimi a tutte e a tutti e un affettuoso abbraccio.

Don Valdir José De Castro, ssp Sr. Anna Maria Parenzan, fsp
Sr. M. Regina Cesarato, pddm  Sr. Marta Finotelli, sjbp
 Sr. Marina Beretti, ap  

 


ITAESPENG